Arriva Top Gear Italia

Top Gear Italia: Bastianich, Guido Meda e Davide Valsecchi testano la Papamobile

13 gennaio 2016
Top Gear Italia: Bastianich, Guido Meda e Davide Valsecchi testano la Papamobile

L’adrenalinico format che trasforma i motori in puro intrattenimento a marzo su Sky Uno

Un pilota, una celebre voce dello sport e un guru della ristorazione da sempre appassionato di motori a due e quattro ruote: sono Davide Valsecchi, Guido Meda e Joe Bastianich, i tre conduttori della versione italiana di Top Gear, il programma culto per gli appassionati di macchine in onda dal 22 marzo su Sky Uno.

Come nel suo omologo inglese, il programma made in Italy manterrà sia l’ambientazione – uno studio con annessa una pista – che alcune delle prove e delle rubriche della versione originale, che ha visto per 13 anni alla guida Jeremy Clarkson (noto ai più come Jezza) Richard Hammond (Hamster) e James May (Capitain Slow). E non mancherà ovviamente Stig, il misterioso pilota dall’identità segreta, presenza silenziosa e costante al fianco dei conduttori.

La versione originale britannica, prodotta dalla BBC, è distribuita in 112 paesi nel mondo e ha un’audience globale di circa 350 milioni di spettatori nel mondo. Negli ultimi anni sono stati realizzati adattamenti in USA, Australia e Francia.

Ma come sarà questa versione italiana? “Top Gear è un format che non ha schemi e meccanismi fissi, si basa sull’alchimia e la personalità dei tre conduttori – spiega Guido Paternò, autore e capo progetto del programma”. La “recensione” delle auto “non mancherà, e ovviamente non sarà “canonica”, ma si rispetteranno le opinioni dei tre conduttori – spiega Paternò – si vedranno belle macchine in un bel contesto, per strizzare l’occhio agli appassionati”. Sono previste anche prove con macchine “un po’ datate e auto da poche migliaia di euro, che vengono così nobilitate”.

Qualche anticipazione sulle location c’è: “Ai primi di novembre abbiamo messo a soqquadro la capitale: la sfida era capire quale fosse il mezzo migliore per andare in giro per Roma, e il risultato è stato sorprendente” racconta sempre Paternò.

Noi di Tvzap siamo andati sul set per vedere la registrazione della puntata che avrà come protagonista la Papamobile. La produzione ha messo a disposizione del trio un budget di 5000 euro, e con quel denaro ognuno ha dovuto adattare una macchina alle esigenze del Papa, in linea con il periodo di austerity e la particolare attenzione del Santo Padre ad evitare gli sprechi. Le prove su strada hanno previsto anche l’attraversamento nel mezzo di un gruppo di fedeli. L’auto che risulterà migliore verrà consegnata direttamente a Papa Francesco.

Tratto da http://tvzap.kataweb.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...